Criteri ESG come driver degli investimenti Real Estate

Sostenibilità come chiave di crescita per lo sviluppo del patrimonio immobiliare. Anche nel Real Estate, i criteri ESG (Environmental, Social, Governance) guidano le scelte degli operatori del settore e non solo. L’attenzione generale sul tema è tanta, da parte di investitori, addetti ai lavori e utilizzatori finali.

Anche di prospettiva ESG nel Real Estate si è occupata lo scorso 21 giugno – nel corso della ventesima edizione di REITALY – la Convention italiana del Real Estate, organizzata da Monitor Immobiliare presso Borsa Italiana.

Guido Alberto Inzaghi, Co-founding Partner di Belvedere Inzaghi & Partners, primario Studio legale dedicato al Real Estate, con noi su Hospitality Law Lab, ha coordinato i lavori del panel “ESG: da onere a investimento per la crescita

Seguire criteri ESG significa valutare il rischio di un investimento immobiliare non solo dal punto di vista economico-finanziario, ma anche considerando dinamiche ambientali, di sostenibilità sociale e di governance (Environmental, Social, Governance, per l’appunto).

Sugli investimenti ESG” spiega Inzaghi, il Legislatore europeo impone regole sempre più attente e chiare (v. ad. es., il Sustainable Finance Action Plan del 2018 e il Regolamento (UE) 2019/2088 sulla trasparenza della finanza sostenibile (SFDR)), anche nella categorizzazione degli investimenti come sostenibili, ma sono gli stessi investitori, finanziatori e utilizzatori finali a considerare primari questi obiettivi e chiedere trasparenza.

Oggi la sostenibilità”, conclude Inzaghi, “da argomento di pochi è diventato un  vero driver per gli investimenti. Considerando l’immenso patrimonio immobiliare nel nostro Paese, rappresenta oramai una prospettiva di indirizzo e crescita per la collettività e per il settore”.

È così che ormai i player del Real Estate più preparati, dai fondi di investimento, ai gestori di asset immobiliari, agli stessi proprietari, scelgono progetti, materiali, aziende e fornitori sempre più attenti ai criteri ESG.

Rispondi