Il futuro degli “affitti brevi” per l’attuale Legislatore

Dall’approvazione del c.d. “decreto crescita” dello scorso 30 aprile (D.L. 34/2019 convertito con L. 58/2019) il settore che opera utilizzando lo strumento contrattuale della locazione breve – dai singoli Host ai Property Manager alle piattaforme di intermediazione – è in attesa dei previsti provvedimenti attuativi, dei necessari chiarimenti o di eventuali ripensamenti. E sul punto, a ondate, circolano informazioni. Tra le ultime, sembra che, fallito l’inserimento di alcuni robusti vincoli nel c.d. “decreto milleproroghe”, il Consiglio dei Ministri affronterà nuovamente l’argomento nel Disegno di legge sul turismo.

Sembra anche che verranno attenuate le iniziali previsioni proposte nell’emendamento al “milleproroghe” per i titolari di più di tre alloggi destinati ad uso turistico, per i quali era ipotizzata una sorta di presunzione di imprenditorialità.

Tema caldo, quello della qualifica di imprenditore, anche in considerazione delle contrapposizione tra normative statali e regionali che propongono presunzioni di imprenditorialità fondate su criteri diversi: ogni Regione sta oggi utilizzando parametri propri – per individuare la gestione imprenditoriale di appartamenti a uso turistico o CAV – diversi rispetto alle altre Regioni e spesso scostati dai principi generali civilistici e fiscali. Sul tema, estremamente critico, dell’esistenza nel nostro sistema giuridico di diverse criteri per individuare se un soggetto in Italia riveste o meno la qualifica di imprenditore (a fini civilistici, fiscali e amministrativi) HLL tornerà a breve.

Altro tema critico che richiede un corretto inquadramento normativo è la pubblica sicurezza: anche qui, gli ultimi dati disponibili suggeriscono accuratezza e competenza negli interventi, per evitare che norme troppo stringenti e poco coordinate con il resto dell’ordinamento e con il mercato finiscano con il rimanere inapplicate.

È necessario che i prospettati provvedimenti legislativi vadano a porsi in linea con i principi generali e ad armonizzarsi con le altre disposizioni presenti a qualsiasi livello nel territorio, il tutto senza disconoscere le esigenze del mercato. Sfida non semplice. HLL tornerà a breve con ulteriori aggiornamenti..

Lascia un commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: